Tel. 051-63.52.911

Il Progetto

Associazione di Volontariato per l'AUtogestione dei SERvizi e la Solidarietà

Sostienici

 

Pensare alla casa, per una comunità più solidale

Un progetto che vuole contribuire a trasformare il “problema abitativo” in una nuova opportunità per una comunità più coesa, attraverso coabitazioni basate sul principio del reciproco aiuto e della solidarietà.

Perché Abitare Solidale?

La casa è un bene prezioso, elemento indispensabile per la qualità della vita e per la costruzione del proprio futuro. La casa, però, può divenire anche un impegno che nel corso degli anni, a seguito dei cambiamenti che avvengono nella nostra vita, fatichiamo a mantenere.

Abitare solidale ha come obiettivo l’attivazione di percorsi di coabitazione tra anziani e non solo, residenti in case con più di una camera da letto e quanti hanno bisogno di un alloggio e vivono in una situazione di momentanea necessità.

Un rapporto di convivenza basato sulla solidarietà e supportato da un patto abitativo che prevede un reciproco scambio di servizi, in sostituzione dei tradizionali contratti d’affitto.

Chi può aderire?

  • Se hai un appartamento troppo grande per le tue esigenze,
  • se hai la necessità di un sostegno per risolvere semplici problemi di ogni giorno e vivere meglio la quotidianità,
  • se desideri condividere con qualcuno non solo gli spazi fisici della tua abitazione, ma anche le emozioni e i sentimenti per sconfiggere la solitudine,
  • se vuoi condividere parte di un progetto per promuovere un nuovo Welfare di Comunità,
  • se vuoi contribuire alla crescita di una comunità più solidale, fondata sul reciproco sostegno, allora:

Sei la persona giusta!

I vantaggi

Per chi ospita:

  • Un aiuto per la gestione della casa nelle semplici mansioni quotidiane
  • Un incentivo a mantenere o a riscoprire il piacere della socialità, dello stare insieme, dei propri interessi
  • Un sostegno per conciliare il tempo del lavoro e il tempo degli affetti

Per chi è ospitato:

  • poter disporre di un alloggio a fronte di un contributo minimo per le utenze
  • avere uno spazio di vita proprio e decoroso e la possibilità di costruirsi un futuro senza pensiero dell’affitto

I doveri

Per chi ospita:

  • garantire il decoro degli spazi abitativi messi a disposizione
  • rispettare esigenze di vita, sociali e di lavoro dell’ospite

Per chi è ospitato:

  • aiutare l’ospitante nella gestione della casa e nello svolgimento di semplici mansioni quotidiane ( fare la spesa, pulizie dell’abitazione, preparazione dei pasti, etc)
  • contribuire alle spese della casa quali le utenze
  • assecondare l’ospitante nelle sue esigenze di ospitalità
  • rispettarne orari e abitudini

 

News Recenti

Sussidiarietà, partecipazione e collaborazione civica: le prospettive della Riforma del Terzo settore.

locandina

Auser Bologna aderisce a “Un Bosco per la città” l’interessante progetto che nasce dall’idea e dal lavoro di Mario Pianesi, ideatore 

logo dell'isola del tesoro

Il Centro di Lettura "L'Isola del tesoro", gestito interamente da volontari Auser, propone per venerdì 10 novembre alle ore 20,45 nella sua sede in via Lame 182/a a Trebbo, un appu

Condividi